LA STORIA: IL PASSATO, PASSANDO DAL PRESENTE

 

1960/1969  – La nascita della Polisportiva e i Primi Anni.

La polisportiva X Martiri nasce “anche se non ufficialmente” nei primi anni 60 per merito di Diego Calza, un grandissimo appassionato di ciclismo. Insieme ad un gruppo di amici fidati Diego Calza  inizia l’attività sportiva sul territorio di Porotto, un’attività che si occupa principalmente di ciclismo, uno degli sport più amati e praticati in quel periodo storico, organizzando e partecipando sul circuito cittadino a numerose gare dilettantistiche. Solo in seguito con la costruzione  del Campo di Calcio Comunale in un’area di 35.000 mq, l’attività della Polisportiva si rivolge non solo al ciclismo ma anche al calcio dilettantistico amatoriale, e tutto questo fino a quando “questa è la versione ufficiosa” per aiutare un gruppo di ragazzini impegnati nei giochi della gioventù, nel lontano  20/01/1969 viene fondata ufficialmente la Polisportiva X Martiri… X Martiri per ricordare  quei giovani di Porotto trucidati il 21 marzo 1945 a pochi giorni dalla fine della seconda guerra mondiale. La nascita della società viene sancita con il primo statuto sociale e Diego Calza diventa anche il primo presidente della Polisportiva, anche se la sua presidenza sarà intensa ma molto breve. Il 1969 è anche l’anno che vede appunto la partecipazione dei ragazzi della Polisportiva X Martiri ai Giochi della Gioventù (foto a fianco). 

Stagioni dal 1970 al 1986 – L’era del Presidentissimo Enzo Battaglia.

Nel 1970 subentra un nuovo Presidente: Enzo Battaglia (foto a destra), un presidente che continua con grande passione e impegno continua il lavoro iniziato da Diego Calza. La Polisportiva nel frattempo si consolida, e cresce a dismisura, si fa conoscere ed apprezzare in tutto il territorio ferrarese per la serietà e per il lavoro che viene svolto. Nel 1974  arriva l’attesa affiliazione all’UISP, nello stesso anno nasce anche la prima squadra di calcio amatoriale che sarà allenata da Natalino Patria, e viene allestita anche una formazione di ragazzi nati negli anni 1962/1963. Questa squadra “allenata da  Andrea Ferrari” darà molte soddisfazioni alla Polisportiva, e sarà in grado  di vincere per tre anni consecutivi i campionati Azzurri, squadra che per i suoi meriti verrà premiata anche dalla Federazione con una visita a Coverciano (Firenze), il famoso centro sportivo dove si allena la  Nazionale Italiana di calcio. Con tanto entusiasmo, e grazie anche al volontariato che anima la Polisportiva si susseguono negli anni le iniziative sportive di ciclismo ” che resta ancora lo sport principale” , di podismo, calcio amatoriale e giovanile, di pallavolo, si fanno inoltre corsi di yoga,e si organizzano manifestazioni e sagre di paese. Nel 1976 i ciclisti della X Martiri gareggiano un po’ ovunque  e partecipano con una squadra di Allievi al Campionato Italiano su pista dove ottengono un buonissimo 4° posto con Antonio Caselli. In questo periodo nasce in occasione dell’8 marzo”festa della donna” la Camminata della Mimosa. Negli anni successivi una serie di avvenimenti luttuosi come la morte di Adriano Bertocchi “l’anima del ciclismo e della società” che perde la vita investito da un’automobile mentre si allenava insieme ad altri quattro compagni, mettono a dura prova la vita stessa della Polisportiva, che rischia di scomparire per lo sconforto derivato dall’immane tragedia. Ma basta poco per riaccendere l’animo e lo spirito di sempre perché nel periodo che va dal 1980 al 1984 arrivano una serie di risultati positivi che riportano la polisportiva X Martiri allo splendore di un tempo. Nel 1984 termina intanto la costruzione della pista di pattinaggio. Il 1985 sarà un’ anno interlocutorio ma positivo per il consolidamento della Polisportiva. Nel 1986 dopo 16 anni dedicati interamente alla Polisportiva X Martiri Enzo Battaglia  lascia la presidenza della società.

Stagioni dal 1986 al 2008 –  Nasce  il Settore Giovanile e la Scuola Calcio.

Nel 1986 come nuovo presidente viene eletto Mauro Baroni , rimarrà  in carica solo per qualche anno continuando con profitto il lavoro dei suoi predecessori, sarà seguito poi da Gianni Calori e in seguito nel 1993 da Romano Molesini. In questo periodo le discipline sportive praticate dalla società  sono il ciclismo amatoriale, la pallavolo maschile e femminile  con una squadra in prima divisione, il calcio con una squadra di amatori del paese, l’ hockey a rotelle, il pattinaggio, il basket e il podismo con l’immancabile Camminata della Mimosa , una manifestazione a cui partecipano anche atleti ferraresi di fama nazionale. Nella vita della società il calcio incomincia ad assumere sempre di più un ruolo predominante, mentre molte altre attività sportive vengono abbandonate. Nello stesso periodo viene  allestita una prima squadra che con alterne fortune partecipa ai campionati di terza e seconda categoria fino al suo scioglimento, e tutto questo fino all’anno 2000 “l’anno della svolta”, quando sotto la Presidenza di Romano Molesini, il giovane responsabile del settore giovanile Andrea Perinelli (che in seguito diventerà il presidente della Polisportiva) ebbe l’idea di allestire tra mille difficoltà,  per la prima volta nella storia della società anche un settore giovanile: la scuola di calcio chiamata Azzurra,  con l’ambizione che prima o poi sarebbe diventata un grande bacino di utenza per i bambini della zona e non solo. Qualche decina di ragazzi per incominciare e tanta passione e voglia di fare, ma quella che sembrava solo un’idea si rivelerà poi una scelta vincente visto che anno dopo anno il settore giovanile della X Martiri cresce e si fa conoscere ed apprezzare dagli addetti ai lavori e non solo. In questo periodo viene allestita di nuovo la prima squadra che partendo dalla terza categoria (con Valerio Trombini alla guida) nella stagione 2006/2007 vince per la prima volta nella storia della società il campionato, ma anche questa volta il progetto di avere una Prima Squadra che serva a lanciare giovani promesse del vivaio viene purtroppo abbandonata. Per la Polisportiva la valorizzazione del settore  giovanile rimane sempre il primo obbiettivo e proprio in questa ottica nel 2007 inizia una proficua collaborazione con la Vigaranese, società storica della provincia di Ferrara,  molto conosciuta e stimata a livello Regionale soprattutto per la sua prima squadra. Il 2008 è un anno ricco di soddisfazioni, la società cresce sempre di più e il settore giovanile denominato Azzurra diventa il fiore all’occhiello della X Martiri, in pochi anni a Porotto si raggiungono risultati lusinghieri prima di tutto in termini di iscritti, ma l’annata verrà ricordata anche per i tanti trofei vinti nelle manifestazioni, su tutti la vittoria degli Esordienti al torneo “Paolo Mazza” (foto a destra) per la prima volta nella storia del club Porottese . La testimonianza di questa magica stagione è la bellissima la festa di fine anno a cui partecipano più di trecento persone.

Stagioni dal 2009 al 2012 – Il nuovo Presidente e la fusione con la Vigaranese.

Nel frattempo nel 2009 arriva anche l’auspicato  passaggio di consegne: Andrea Perinelli diventa a tutti gli effetti il nuovo presidente della società X Martiri, subentrando a Romano Molesini e dando così un segno di continuità al  suo lavoro che era iniziato molti anni prima. I frutti del tanto impegno del nuovo Presidente arrivano alla fine della stagione 2010 con il prestigioso primo posto ai Campionati Provinciali ottenuto dai Giovanissimi (foto a fianco) guidati da Voltolina. Nel frattempo a pochi Km di distanza: a Vigarano Mainarda, la Vigaranese società che già collabora  la X Martiri, dopo anni di calcio giocato  ad alti livelli sembra destinata a cessare l’attività sportiva, ma  non a morire definitivamente perché la proficua collaborazione  instauratasi nel frattempo con la Polisportiva di Porotto, da vita nel 2011 ad una nuova società che prende il nome di A.S.D. Vigaranese X Martiri, per un triangolo territoriale che tocca oltre a Vigarano Mainarda , Vigarano Pieve e Porotto (sede storica della X Martiri e della nuova società cretasi). Per la neonata società all’orizzonte tantissime novità, una su tutte il ritorno tanto desiderato ritorno della Prima Squadra (che riparte dalla terza categoria),  sotto la guida ancora una volta di Valerio Trombini, Prima Squadra che dopo solo un anno viene promossa in Seconda Categoria vincendo il torneo Tavolini (foto). La stagione seguente: 2011/2012 è ancora più ricca di soddisfazioni  perché la Vigaranese X Martiri oltre ad essere diventato uno dei settori giovanili più importanti della provincia ferrarese e non solo ” contando all’incirca 300 tesserati “, si aggiudica anche a  livello giovanile due prestigiosi trofei “Paolo Mazza” rispettivamente nelle categorie Giovanissimi ’97 e Esordienti ’99, da segnalare inoltre il bellissimo Campionato Interprovinciale sempre dei Giovanissimi ’97 arrivati ad un passo dalla vittoria ,una bella soddisfazione per i ragazzi e la dirigenza che dimostrano che la strada intrapresa con tanta fatica è quella giusta.

Stagione 2012/2013 – La nascita del sito Web e la crescita del Settore giovanile.

La stagione 2012/2013 è  un’altra stagione di crescita, non solo di quantità ” con i tanti tesserati”, ma anche qualità e ne è la dimostrazione il fatto che  siano state iscritte ben quattro squadre, e tutte di valore ai Campionati Regionali (due squadre di Allievi e due di Giovanissimi), dato davvero unico nella nostra provincia, ma che dimostra ancora una volta il grande impegno nel valorizzare i giovani. In questi dodici anni dallla società porottese sono stati trasferiti numerosissimi ragazzi di varie età alle società professionistiche: 15 ragazzi alla Spal, 6 alla Giacomense, 2 al Padova e 1 al Bologna. Il 2013 inoltre porta in casa Vigaranese X Martiri  un’altra importante novità: l’apertura  nel mese di Marzo del Sito Web della società, un sito che è  voluto fortemente dalla dirigenza e pensato per permettere a tutti i tifosi, simpatizzanti e addetti ai lavori di seguire ancora più da vicino  le squadre e le loro imprese,  inoltre non meno importante l’allestimento anche di una Fan Page Facebook e di un profilo Twitter. Calcisticamente parlando, la stagione 2012/2013   va  in archivio in maniera più sobria e senza la tradizionale cena di fine anno ma con un bilancio  comunque estremamente positivo.  Per quanto riguarda i risultati delle formazioni della Vigaranese X Martiri come non sottolineare la salvezza “per niente scontata” ottenuta dalla Prima Squadra guidata Valerio Trombini ,ritorna anche la formazione  Juniores ” una novità di quest’anno, foto a fianco” che  da l’opportunità a molti ragazzi di continuare  a giocare a pallone con la maglia della Vigaranese X Martiri. Dagli Allievi ’96, visto i presupposti, e il valore della squadra ci si aspettava sinceramente qualcosa di meglio,  ma dopo un buon inizio e alcune partite ai Campionati  Regionali di assoluto valore con squadre blasonate come il Castelfranco, la  stagione è andata in calare, anche se non tutto è da buttare perché alcuni giocatori si sono dimostrati già pronti per entrare nell’orbita della prima squadra Gli Allievi ’97  hanno disputato un ottimo torneo Interprovinciale arrivando al 3° posto, ma quello che conta di più è il valore della squadra con giocatori quasi tutti allo stesso livello , inoltre alcuni di loro già sul taccuino di società professionistiche. Le squadre dei Giovanissimi  Regionali, Interprovinciali e Provinciali  avevano come fine quello migliorarsi e di ben figurare nei loro tornei , presupposti tutti quanti mantenuti indipendentemente dai risultati sportivi, con una crescita costante dei ragazzi che alla fine hanno visto ripagare il lavoro svolto durante l’anno . Per tutte le altre squadre dagli Esordienti, ai Pulcini, Primi Calci (foto a fianco) e Piccoli Amici, c’è stata una grande e assidua presenza sia sui campi che in palestra, per tutti i gruppi e una crescita tecnica costante che fa ben sperare per il futuro.

Stagione 2013/2014 –  Delusioni e gioie con  la Prima Squadra e la Juniores

L’annata 2013/2014 si apre in casa Vigaranese X Martiri con la stessa voglia di sempre, anche se non mancano le incognite per un presente e un futuro che è sempre più legato agli introiti derivanti dagli sponsor, sponsor che visto la  situazione economica del paese investono sempre meno nel calcio. Nonostante questo la società guidata per il 5° anno consecutivo da Andrea Perinelli,  allestisce ben 14 formazioni, un vero e proprio record: dai Primi Calci, alla Prima Squadra con circa 300 tesserati, e instaura inoltre una prestigiosa collaborazione con l’Hellas Verona. Calcisticamente l’annata si contraddistingue da alti e bassi, grandi soddisfazioni arrivano dalla squadra Juniores (nella foto) guidata da Stefano Bonora “Tepo” che vince sia il Campionato Juniores Provinciale che la Coppa Disciplina, ma anche  altre formazioni come gli  Esordienti e gli Allievi Provinciali ‘98 che disputano buoni campionati, quest’ultimi in un torneo difficile come quello Interprovinciale, arrivando ad un passo dal secondo posto, mettendo in mostra dei ragazzi di buona prospettiva per il futuro. Le note dolenti arrivano invece dalla squadra che sulla carta era ritenuta la più forte del lotto: quella degli Allievi ’97,  un potenziale incredibile che però delude un po’ tutti, giocando male in campionato e disputando alcuni tornei veramente non all’altezza come la Fossil Cup e il Paolo Mazza,  tante attenuanti per loro visto che non hanno praticamente mai giocato nella formazione tipo “visto i tanti infortuni patiti”, ma anche un gruppo di ragazzi che mentalmente non ha seguito le direttive dell’allenatore Minutolo. Un’altra cocente delusione è arrivata dalla Prima Squadra un anno di sofferenze, con tante scelte sbagliate, un cambio di allenatore in corsa “Voltolina per Trombini” che non ha dato alla fine i frutti sperati e come conseguenza, l’amara retrocessione in Terza Categoria arrivata ai playout contro la Gavellese, ma con la consapevolezza però di avere tanti ragazzi di buona qualità per il futuro.

Stagione 2014/2015 – Un anno magico all’insegna della Prima Squadra e del Settore Giovanile

La stagione 2014/2015 in casa Vigaranese X  Martiri si apre subito con una grande novità: una nuova affiliazione voluta fortemente dal presidente Andrea Perinelli, che dopo un solo anno lascia l’Hellas Verona per la  Spal “Società Arset et Labor”, la squadra della nostra città . La Vigaranese X Martiri e  la Spal insieme danno vita ad un progetto chiamato: Accademia Spal di Porotto, che prevede che sia proprio l’Accademia Spal  a gestire tutte le formazioni della Scuola Calcio della società porottese  “dai Piccoli Amici ai Pulcini”,  allenandole però sui campi di Porotto. Una vera e propria collaborazione a 360° che riguarda anche tutto il Settore Giovanile. La stagione calcistica sarà ricordata invece come la migliore di sempre della gestione del Presidente Andrea Perinelli, una costante crescita che consacra le formazioni della  Vigaranese X Martiri a livello Regionale. Partendo dalla Prima Squadra,  che dopo la cocente retrocessione dell’anno prima riparte nel migliore dei modi, e lo fa con un nuovo allenatore “Morelli” detto il Grigio, alcuni giocatori di grande esperienza come Minghini, Orlandi, Pittiglio e Vacchi, in più tanti ragazzi del settore giovanile, per un campionato che sin dall’inizio si dimostra essere trionfante ed esaltante con la vittoria e il passaggio conseguente alla Seconda Categoria (Foto sotto). Soddisfazioni arrivano anche dalle Juniores Regionale guidata da Stefano Bonora, che  raggiunge una salvezza anticipata che vale come una vittoria del campionato. Una bella sorpresa arriva anche dalla formazione degli Allievi che dopo aver vinto la fase Provinciale, si impone anche nel girone Regionale, davanti a formazioni blasonate come il San Lazzaro. Peccato per il finale di stagione e per un calo di concentrazione e di condizione fisica che  portato la squadra a disputare  dei Tornei non all’altezza, come il Paolo Mazza. Soddisfazione in casa biancoazzurra anche per la stagioni disputate  dagli Allievi Interprovinciali allenati da mister Malagutti, per loro un 4° posto, e dai Giovanissimi Interprovinciali “allenatore Merli”che sono cresciuti in maniera esponenziale, in difficoltà invece i Giovanissimi Provinciali. Per quanto riguarda gli Esordienti  si è cercato di farli lavorare sul campo e allo stesso tempo di far sì che  tirassero due calci ad un pallone con il sorriso stampato sul volto, e il lavoro svolto alla fine ha dato i suoi frutti se pensiamo che nei tornei di fine stagione  hanno dimostrato di essere un gruppo dalle grandi potenzialità. «Quest’anno abbiamo raggiunto tutti gli obiettivi che ci eravamo prefissati dichiara il massimo dirigente Andrea Perinelli». Il settore giovanile bianco-azzurro può dunque ritenersi estremamente soddisfatto, non solo per i risultati conseguiti, ma soprattutto per la crescita e i miglioramenti significativi ottenuti dai suoi ragazzi. «Andiamo ad archiviare quindi questa stagione con il massimo dei voti, abbiamo allestito importanti tornei : come lo Sportika (foto a fianco) , ma non ci si ferma qui, perchè siamo già al lavoro  per allestire il nuovo staff tecnico per il prossimo anno ed assieme ad esso le rose di giocatori che ci possano garantire la massima affidabilità , in campionati sempre più difficili ed importanti».

Stagione 2015/2016 – La Prima Squadra sfiora la grande impresa

Dopo l’ottimo lavoro della stagione scorsa la societa  riparte confermando il Direttore Sportivo e Organizzativo Riccardo Lazzari (nell a foto):  vero e propio factotum della Vigaranese X Martiri. Le formazioni della società di Porotto sono ormai diventate per i risultati ottenuti e la serietà dimostrata sui campi, una realtà a livello Regionale. Il bilancio dal punto di vista dei risultati anche in questa stagione  è estremamente positivo, un anno pieno di vittorie, ma come spesso succede anche di cadute e di risalite, di grandi sacrifici e soddisfazioni, il cammino giusto per far crescere i ragazzi come uomini, prima che come calciatori. Venendo allo specifico: la Prima Squadra, neo promossa in seconda categoria e composta quasi interamente da ragazzi provenienti dal vivaio della VXM chiude il suo brillante campionato al quarto posto, raggiungendo i playoff promozione, sfiorando la grande impresa che avrebbe meritato ampiamente, pareggiando in modo rocambolesco “sarebbe servita solo la vittoria”  la semifinale play-off contro il Pontelagoscuro  per 2 a 2 e vedendosi negata una rete più che  regolare,un grosso rimpianto per i ragazzi guidati da Morelli  La Juniores Regionale guidata dal mister Massimiliano Pera (foto), conclude la sua stagione al 6° posto e questo mettendo in campo una delle squadre più giovani dell’intero torneo, tutti ragazzi classe 98’ e 99’, già sul taccuino di molte società professionistiche. Campionato più che positivo anche per gli Allievi Regionali di mister Roberto Giovanissimi InterprovincialMalagutti,, un quarto posto ma anche tante recriminazioni per alcuni punti persi e non solo per colpa loro, che ne hanno compromesso l’ingresso alla fase finale. Sesto posto invece per gli Allievi Interprovinciali di mister Andrea Merli, risultato ottenuto grazie anche alla crescita e alle ottime prestazioni soprattutto nel finale di stagione. Veramente molto bravi. Positivo anche se a corrente alterna il Campionato disputato dai Giovanissimi Regionali guidati da mister Stefano Arnofi,per loro un quinto posto e per i ragazzi un’annata che servirà sicuramente per prepararsi al meglio al prossimo anno, quando le difficoltà aumenteranno ancora.Chiudiamo infine con la nota più lieta di questa stagione: i Giovanissimi Interprovinciali guidati dal mister Valerio Trombini (nella foto), una squadra che ha disputato girone di ritorno entusiasmante, per loro un quarto posto è la crescita costante di molti ragazzi. “Non posso che essere felice  – dichiara il Presidente, Andrea Perinelli , il nostro settore giovanile cresce di anno in anno,e  siamo già al lavoro per pianificare la prossima stagione”

Stagione 2016/2017  – Si ritorna da dove eravamo partiti: X Martiri A.S.D.

Juniores RegionaleLa stagione sportiva  2016/2017 si apre con una grande novita in campo societario, la Vigaranese X Martiri guidata del presidente Andrea Perinelli decide di comune accordo di interrompere dopo 7 anni la collaborazione con la Vigaranese, anche se per il momento solo in via ufficiosa,l’ufficialità  vera e propia potrà arriverà solo la prossima stagione. Si torna quindi alla vecchia denominazione: X Martiri A.S.D.,un nuovo logo, e ancora tanta voglia di continuare a crescere. La società porottese decide anche di migliorare e riqualificare le strutture esistenti aprendo un nuovo punto di ristoro, e allestendo un nuovo campetto di allenamento. In estate la dirigenza  conferma ancora una volta Riccardo Lazzari, che un pò a sorpresa per divergenze organizzative  a dicembre darà le sue dimissioni per lasciare definitivamente la X Martiri, un duro contraccolpo per la società porottese. In campo sportivo la Prima Squadra continua a dare la precedenza ai giovani del suo vivaio , sulla panchina della prima squadra ritorna Stefano Bonora che subentra a Morelli. Stesso discorso vale per la formazione Juniores Regionale con Massimo Travagli (nella foto)  che prende il posto di  a Max Pera, ottenendo a finel campionato il migliore risultato di sempre , un prestigioso 4° posto. Le altre formazioni giovanili: Allievi e Giovanissimi vivranno di alti e bassi, disputando comunque campionati e tornei di buona qualità.

Stagione 2017/2018 –  Un anno pienò di difficoltà

 X Martiri A.S.D. a tutti gli effetti è il nome della società di Porotto sancita anche dalle carte ufficiali, ma le dimissioni date da Riccardo Lazzari nella stagione precedente, e le vicende spiacevoli vissute in estate con un vero e propio esodo di allenatori e tesserati verso altre società , condizionano in modo molto grave l’andamento dell’annata calcistica. La società  del presidentissimo Andrea Perinelli  fa  un enorme fatica ad allestire un settore giovanile di quantità e  di qualità, e per la prima volta nella sua gestione, nessuna formazione giovanile partecipa ai campionati Interprovinciali e Regionali. Sui campi di Porotto si continua comunque proficuamente ha collaborare con l’Accademia Spal, e si allesticono  le due formazionii maggiori: la Prima Squadra guidata da mister Bonora (alla fine per loro una salvezza un pò stentata ) e gli Juniores Regionali di mister Travagli, che finiscono il campionato con un buon 7° posto. Nonostante questo momento di grave difficoltà comunque la X Martiri, anche con l’aiuto dei due allenatori tuttofare ” Ennio Bizzarri e Valerio Trombini”, termina in modo positivo la stagione e alla fine arriveranno soprattutto con i più piccoli dei buonissimi risultati. 

Stagione 2018/2019  – 50anni di storia, Prima Squadra, Allievi di Calcio A5 e un presidente tutto nuovo…..

Il 50esimo anniversario della nascita della X Martiri coincide  con un’anno pieno di novità societarie,  e  alla fine anche di risultati positivi per le formazioni bianco-azzurre. Alla presidenza della società per il 10° anno consecutivo  Andrea Perinelli, ma questo ancora per poco perchè Samuel Zaccarini, destinato a diventare il nuovo presidente della X Martiri  nel mese di maggio,  sta già gia lavorando  a tempo pieno insieme al responsabile organizzativo Ennio Bizzarri  per cercare di riportare la società ai livelli che le competono. Di comune accordo con la Spal, si decide dopo 4 anni di interrompere la collaborazione con l’Accademia , e sui campi di Porotto ritornano con grande soddisfazione anche tutte le categorie dei più piccoli. Tanti sono i nuovi tesserati, la società riesce ad allestire tutte le formazioni: dalla Prima squadra ai Piccoli Amici, e per la prima volta nella sua storia si decide di iscrivere anche due formazioni di Calcio A 5 ai Campionati Regionali : gli Allievi e i Giovanissimi.  Il lavoro e le idee pagano, e alla fine i risultati di questa fantastica stagione agonistica  saranno al di sopra di ogni aspettativa, con una crescita costante di tutti i ragazzi e alcune ciliegine sulla torta come la promozione della Prima Squadra in Prima Categoria per la prima volta nella sua storia (foto sopra), la vittoria degli Allievi nel Campionato Provinciale, la vittoria degli Allievi  Regionali di Calcio a 5 (nella foto) nel Campionato Regionale e il terzo posto nel torneo nazionale e la vittoria degli Esordienti nel prestigioso Torneo Paolo Mazza. Per ultimo mettiamo la prestigiosa collaborazione  con il Real Madrid che ha portato a Porotto nel mese di giugno il famoso Campus Dei Galattici.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Stagione 2019/2020 sarà ricordata come quella della Pandemia

Una stagione che sembrava essere iniziata nel migliore dei modi, con un aumento di tesserati, tanto entusiamo e con risultati sportivi in tutte la categorie superiori all’attesa. Poi la svolta con la  FIGC che dispone la sospensione definitiva delle competizioni seguendo le indicazioni fornite dal Governo in considerazione dell’esigenza di tutelare la salute dei giovani tesserati. Un vero e proprio fulmine a ciel sereno per tutti i ragazzi e la società.

Stagione 2020/2021  – Si riparte con più forza e convinzione di prima…IN AGGIORNAMENTO

La nuova stagione calcistica ricomincia, tante incertezze ma tanto entusiasmo da parte della società. È tempo di lasciarsi alle spalle il brutto periodo passato e guardare al futuro (sempre e comunque rispettando le nuove normative Covid), tornando ad una delle nostre più amate e classiche routine… ovvero arrivare al campo e prepararsi prima di ogni nostro allenamento! Da quest’anno novità con Roberto Pellerino che sarà nuovo responsabile del settore giovanile, che dopo l’esperienza appena conclusa con la Spal ha deciso di sposare il nostro progetto e ci aiuterà nello sviluppo del nostro settore giovanile.
Che altro dire? se non che nel momento più bello della stagione quando sembrava essere arrivato un pò di normalità un’ altro stop a tutte le attività delle scuole calcio, attività che riprenderanno a fine stagione, una stagione comunque compromessa e da mettere in archivio.
Stagione 2021/2022